BLOG

Conto Termico: che cos’è e come fare richiesta per l’installazione di pompe di calore

Il conto termico è un tipo di agevolazione che è stato introdotto dalla Legge di Stabilità del 2016 al fine di incentivare gli interventi che incrementano l’efficienza energetica e la produzione di energia termina da fonti rinnovabili. Si tratta dunque di un ampliamento del già conosciuto Decreto Ministeriale del Dicembre 2012, il quale andava ad elencare una serie di vantaggi per chi effettuasse la scelta dell’installazione di questo tipo di impianti.
Molti degli interventi che vengono rimborsati con il conto termico, rientrano anche nell’ambito delle detrazioni discali previste dall’Ecobonus. Quest’ultimo è però ideale per chi effettua grandi lavori di ristrutturazione in modo da detrarre il 65% delle spese sostenute nel giro di 10 anni ed è possibile solo per chi paga l’IRPEF annualmente.

A quanto corrispondono i rimborsi del conto termico

Il conto termico dà diritto al 65% di restituzione delle spese sostenute sia per l’installazione delle pompe di calore che per le caldaie, i sistemi ibridi a pompe di calore, impianti solari termici e gli apparecchi a biomassa. Il rimborso è valido sia per i privati che per le pubbliche amministrazioni che ne fanno richiesta.
Anche le spese che vengono sostenute per la diagnosi energetica e l’APE (Attestato di Prestazione Energetica) possono essere incluse nel rimborso che nel caso delle PA corrisponde al 100% del totale e nel caso dei privati al 50%.

Chi può farne richiesta e come

Grazie al conto termico 2.0 accedere ai rimborsi delle spese sostenute è estremamente semplice: per le pubbliche amministrazioni infatti basta semplicemente prenotare il rimborso, mentre per un privato cittadino c’è bisogno di inviare la richiesta di rimborso tramite una domanda da consegnare al GSE entro un termine che non deve superare i 60 giorni a partire dalla fine dei lavori.

Il modello da consegnare può essere scaricati direttamente dal sito del Gestore Servizi Energetici nella sezione modulistica, specificando quali sono i lavori che sono stati effettuati in ottica di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione con documentazione valida allegata. La domanda va inoltrata via Internet tramite il portale stesso. Utilizzando una delega, anche un’altra persona può inoltrate la domanda di rimborso. Info utili: anche una terza persona può, con apposita delega, presentare domanda di rimborso.

Come e quando viene erogato il rimborso dopo aver installato le pompe di calore

La notizia importante da conoscere è che il conto termico è cumulabile con altri incentivi non statali, se rientrano nei limiti di spesa dettati dalla normativa comunitaria sugli aiuti di stato. Dopo aver installato le pompe di calore, il rimborso viene erogato entro un minimo di 2 e un massimo di 5 anni in rate annuali. Le modalità e i tempi dipendono dalla spesa sostenuta e dalla tipologia di intervento che è stato fatto. La soglia più bassa per cui è prevista una singola rata è 5.000 euro.

Quali tipi di intervento sono ammessi dal conto termico

Per avere accesso alle agevolazioni fiscali c’è bisogno di un requisito fondamentale per la pubblica amministrazione: l’intervento deve incrementare l’efficienza energetica. Alcuni esempi sono l’isolamento termico, l’installazione di sistemi di ombreggiamento oppure la sostituzione di impianti di climatizzazione con generatori di calore a condensazione. Per i cittadini privati invece, questi sono tutti gli interventi per cui è possibile richiedere accesso al conto termico:
• Installazione di pannelli solari termici;
• Sostituzione di scaldabagni elettrici con caldaie a pompa di calore.

Per quanto riguarda la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, ecco gli interventi soggetti a rimborso:
• installazione pompe di calore, elettriche o a gas, che utilizzano energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
• generatori di calore alimentati a biomasse;
• sistemi ibridi a pompa di calore (agevolazione introdotta dal CT 2.0).

TROVA GLI INSTALLATORI PIÙ VICINI A TE!

Photo credit: Matthew Smith

2018-10-04T10:33:06+00:00 settembre 27th, 2018|Pompe di calore per climatizzazione|