BLOG

Che cos’è il Coefficiente di Prestazione e cosa ci dice sull’efficienza delle pompe di calore

Per capire se una pompa di calore è efficiente o meno bisogna prendere in considerazione il cosiddetto COP, ossia il Coefficiente di Prestazione che viene calcolato dal rapporto tra energia resa quindi dal calore ceduto all’ambiente da riscaldare e l’energia elettrica consumata. Più abbiamo un coefficiente elevato, più la macchina sarà a basso consumo e, di conseguenza, efficiente.

Ad esempio, se il valore COP corrisponde a 3, per ogni kW di energia consumata la pompa di calore renderà 3 kW di energia all’ambiente da riscaldare. Tutti i sistemi di pompe di calore dunque hanno un rendimento inversamente proporzionale alla differenza tra sorgente fredda e pozzo caldo: all’aumentare della differenza di temperatura tra l’ambiente e la fonte di calore, diminuisce il rendimento del sistema della pompa di calore.

Il valore del COP varia a seconda della pompa di calore in uso e alla differenza di temperatura considerata, quindi viene calcolato uno standard in condizioni di prova. Non succede spesso che le pompe di calore funzionino con le stesse temperature ricreate nell’ambiente di prova, ma al contrario lavorano con carichi parziali che consentono di ottenere valori di COP superiori ai COP normali.

Pompe di calore elettriche e pompe di calore a gas: qual è la differenza nel loro Coefficiente di Prestazione? 

Innanzitutto dobbiamo distinguere il coefficiente con la quale vengono calcolate le prestazioni per le pompe di calore elettriche e per quelle a gas: nei sistemi di pompe alimentate da un motore elettrico, o da un motore endotermico a gas, l’indice di prestazione è il COP.

Per le pompe di calore a gas, nelle quali l’assorbimento del calore dalla sorgente a temperatura inferiore avviene mediante trasformazione di fase del fluido, hanno come indice di prestazione il GUE, Gas Utilization Efficiency. Quest’ultimo parametro, riferendosi al potere calorifero del gas non potrebbe essere comparato con il Coefficiente di Prestazione, anche se la normativa italiana non fa alcuna distinzione.

L’indice di efficienza energetica dei climatizzatori (EER) e la differenza con il Coefficiente di Prestazione

Se il COP rappresenta un parametro che riguarda la pompa di calore nella fase di riscaldamento, l’EER è il parametro che invece riguarda la fase di raffreddamento. Un EER pari a 4 significa che, per ogni kWh elettrico speso, il condizionatore o la pompa di calore ne fornisce ben 4 sotto forma di energia frigorifera. Quindi, più il valore dell’EER è alto e più l’unità è efficiente.

Tutte le pompe di calore hanno sia un ingresso che un’uscita, quindi l’efficienza del sistema viene definita con l’energia all’uscita del dispositivo diviso l’energia totale che viene data all’ingresso. Il COP è un coefficiente dà la misura dell’efficienza energetica in rapporto all’ambiente e di conseguenza risente della differenza di temperatura nel quale si trovano.

photo credit: Willian Justen de Vasconcellos + Keith Hardy

2018-11-28T09:24:25+00:00 novembre 27th, 2018|Pompe di calore per climatizzazione|