BLOG

Utilizzi fonti rinnovabili? Te lo dice il coefficente SCOP!

Come abbiamo già avuto modo di osservare, il COP non è altro che un dato di riferimento rispetto all’energia data e ceduta dalle pompe di calore. Questo coefficiente è variabile, in base alle condizioni in cui si trova a lavorare, in relazione alla temperatura ma anche in relazione all’utilizzo che se ne fa.

Esiste un altro indice che si riferisce sempre alle pompe di calore, però questa volta con attenzione alla loro efficienza stagionale: lo SCOP. In particolare lo SCOP (Seasonal COP) si riferisce alle prestazioni del riscaldamento tenendo conto di una serie di variabili:

  • il numero di ore in cui il climatizzatore è acceso;
  • la stagione in cui viene utilizzato il condizionatore;
  • le temperature esterne che si raggiungono durante la stagione d’impiego;
  • il rapporto tra energia resa ed energia assorbita.

Sostanzialmente si tratta dunque del dato che esprime il rapporto tra energia fornita ed energia assorbita dalla pompa di calore per tutta la stagione invernale, periodo durante il quale l’uso del riscaldamento raggiunge il suo picco massimo.

 

Come vengono identificati dalla legge il COP e lo SCOP?

La normativa che disciplina questi coefficienti è il regolamento europeo N. 813/2013 della commissione Europea. All’interno di questo regolamento, in cui vengono fornite specifiche in merito alla progettazione ecocompatibile dei condizionatori, si fornisce la definizione del Coefficiente di Efficienza Energetica Nominale (COP) e del Coefficiente di Efficienza Stagionale (SCOP).

Il coefficiente di efficienza energetica nominale (COP), detto anche indice nominale di energia primaria (PER), è la potenza dichiarata di riscaldamento, espressa in kW, divisa per il contributo energetico, espresso in kW in termini di GCV, ossia il quantitativo di calore emesso, e/o in kW in termini di energia finale moltiplicata per CC, ossia il coefficiente che serve per valutare il consumo di energia elettrica a fini di riscaldamento in condizioni standard. Per condizioni standard si intendono delle condizioni che vengono ricreate in un ambiente test, che però difficilmente corrispondono a realtà in quanto ogni pompa di calore viene inserita in un ambiente che avrà una temperatura diversa a seconda di fattori come il meteo, la località.

Il coefficiente di efficienza stagionale (SCOP), detto anche indice nominale di energia primaria (SPER), è il coefficiente complessivo di efficienza di una pompa di calore per il riscaldamento d’ambiente o l’indice complessivo di energia primaria di una pompa di calore per il riscaldamento d’ambiente.

Lo SCOP permette dunque di definire se la pompa di calore può essere considerata come fonte energetica rinnovabile. Per energia rinnovabile si intende la quantità di calore che viene sottratta dalla sorgente fredda, alla quale va sottratto il lavoro compiuto.